Nuove testimonianze su Vaccarezza

pubblicato in: Equinità | 0

L’eclettico ingegner Nicola Vaccarezza è spesso al centro delle riflessioni e delle dichiarazioni di autorevoli personaggi della politica, dello sport e dello spettacolo. Ancora una volta, abbiamo ritenuto opportuno raccogliere alcune delle testimonianze riportate recentemente dagli organi di stampa.

image«Nicola Vaccarezza è uno dei più interessanti vertebrati dell’emisfero settentrionale. Il suo comportamento è in buona parte ancora un mistero inesplorato».

Alberto Angela, presentatore televisivo.

image«Quel Vaccarezza fa tanto il raffinatone ma secondo me è tutta fuffa. Un paio di settimane fa ero a un ricevimento all’ambasciata, a una certa ora si è presentato ‘sto buzzurro in bermuda e madigan e giù a tirarsela da uomo chic, ti dico io, mi citava l’aria della Boheme, l’aria della Turandot, l’aria dell’Aida, poi è partito con un peto fragoroso e s’è messo a ridere sguaiatamente farfugliando “l’aria della Cavalleria rusticana”! Quell’uomo è un mostro!».

Carla Fracci, ballerina.

“Non voglio fare il prezioso, capiamoci bene, io sono sempre stato una persona umile. Ma queimagel Vaccarezza mi tratta veramente come l’ultima delle schifezze, e a me questo non piace. Giusto per dire: ero al ristorante sulla Salaria, sai quello dove fanno quelle zucche ripiene, vabbé comunque me ne stavo lì seduto ad aspettare che mi portassero il mio piatto di zucche ripiene, già me le pregustavo e pensavo quasi quasi poi faccio pure il bis, quanto mi piacciono a me quelle zucche ripiene, e insomma entra nel ristorante quel Vaccarezza, mi dice ‘sloggia’ e io resto basito, volevo dirgli aò io sono Gianni Morandi, mica pizza e fichi, volevo dirgli che avevo ordinato le zucche ripiene, insomma non ho avuto la forza di rispondergli niente, mi son messo a piangere e son tornato dritto filato a casa mia. E niente zucche ripiene”.

Gianni Morandi, cantante.

marino«Non so di cosa mi stia parlando. Le giuro che io non l’ho mai conosciuto. Quella volta che è venuto a casa mia con quei soldi io non glielo volevo vendere il Colosseo. Le ripeto che quell’atto che ho firmato non l’ho firmato per denaro, né per paura, io non sono stato, cioè sì la firma è mia, ma non intendevo dire questo, è che quando ti guarda con quel suo faccione lì quel Vaccarezza non è che ti fa paura, ma come posso spiegare… comunque questa intervista non deve andare in onda. Mi ha capito? Se questa intervista va in onda io le taglio le gomme della macchina, anzi no, non gliele taglio, però non la faccia andare in onda, va bene?»

Ignazio Marino, sindaco.

Lascia una risposta