Testimonianze recenti

pubblicato in: Equinità | 0

Una sfilza di vips e di celebrità ha continuato negli ultimi tempi a intasare telegiornali, rotocalchi ed emittenti radiofoniche con dichiarazioni roboanti. Tutte queste esternazioni, ovviamente, riguardavano l’immarcescibile ingegner Nicola Vaccarezza e le sue indubbie qualità.
Ne riportiamo una breve rassegna, a maggior lustro di questo uomo di profonda bellezza.

Ignazio La Russa, uomo politico. “Vaccarezza è un uomo d’oro. Non posso obiettare nulla contro il suo modo di fare. La sua generosità lascia ammutoliti. Proprio la settimana scorsa ci ha donato due portaerei, così, per pura liberalità. Sono un po’ da risistemare, ma sono dei gioiellini di arte navale. E il mese scorso uno stock di un centinaio di carri armati di fabbricazione turkmena. E non parliamo di gennaio: ha donato alle nostre forze armate batterie costiere, idrovolanti, siluri, granate, satelliti-spia, raudi e un intero stormo di bombardieri. Non riesco davvero a spiegarmi da dove tiri fuori tutti questi armamenti e soprattutto perché ce li regali”.

Neri Marcorè, attore. “Vaccarezza mi ha lasciato attonito. Allibito. Non so perché, mi ero distratto un momento. Mi ero levato le scarpe e riposavo su una panchina in santa pace. Avevo uno stuzzicadenti tra i denti e la giornata era splendida. Mi godevo i piedi nudi, quel bel sole e quel bello stuzzicadenti quando un tizio mi si para davanti. Era lui. Indossava uno strano abito marròn con un copricapo insolito. Reggeva nella mano sinistra una bottiglietta di mercuro cromo. Me l’ha gettata addosso e se ne è andato farfugliando parole incomprensibili. Non lo dimenticherò mai”.

Anna Falchi, donna famosa. “Ho visto Vaccarezza che razza di vita conduce. E’ uno spendaccione incallito. Non bada a spese, compra tutto quello che gli pare e piace. Mi sono incuriosita e ho cercato di capire meglio. L’ho incontrato recentemente a una festa: lui se ne stava a ciondolare davanti al banco del bar insieme a un altro tipo sbronzo, mi pare lo chiamasse Kazzula. Quando è stato il momento di pagare la birra che aveva ordinato ha tirato fuori il suo portafoglio e io l’ho guardato bene. Era un portafoglio di plastica col simbolo dell’inter. E dentro non c’erano più di venticinque euro. Ma che razza di magnate è?”

Sofia Loren, attrice. “Vaccarezza è un guappo. L’ho fatto denunciare per stalking. Mi ha fatto telefonare dai suoi legali un migliaio di volte. Si è messo in testa di recitare con me quella scena delle calze e non c’è modo di toglierglielo dalla testa. Io gli ho risposto chiaramente di no, ma non sente ragioni. Vuole che mi sdrai su un letto a guardarlo mentre si leva le calze. Eccheschifo”.

Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica italiana. “Ho già dichiarato più volte che la vita politica richiede stabilità e rigore. Che non si può prendere tutto per scherzo. L’Italia non può impegnarsi in una guerra solo per il divertimento di un uomo, per quanto ricco egli sia. Mi risulta che questo signor Vaccarezza ci abbia già sfidato ufficialmente a una partita di risiko vera e propria, con tanto di armate e di generali. Io non voglio dire che abbiamo paura. Solo che mi sembra una stupidaggine combattere contro quest’uomo e i suoi immensi arsenali solo per il suo sciocco divertimento”.

Nicole Minetti, dentista e donna-politica. “Nicola Vaccarezza mi ha proposto una poltrona importantissima. Quella del suo fedele servitore Claudio Camelie. Ha detto testualmente che me ne farebbe dono se solo lo volessi, e che getterebbe in pasto ai coccodrilli l’attuale amministratore delegato della Cavalcare Corporation. Ma non penso di accettare. E’ un posto troppo pericoloso per i miei gusti”.

Lascia una risposta